Alexandre Dumas:" Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra, sono sepolti nel nostro cuore; è Dio che ha voluto così, perchè li avessimo sempre con noi".

Alexandre Dumas:” Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra, sono sepolti nel nostro cuore; è Dio che ha voluto così, perchè li avessimo sempre con noi”.

“Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra,
sono sepolti nel nostro cuore;
è Dio che ha voluto così,
perché li avessimo sempre con noi”.
(Alexandre Dumas)

Alexandre Dumas nasce nel 1802 a Villers-Cotterêts, in Francia, e muore sempre in Francia, a Senna Marittima, nel 1870. E’ stato uno dei più grandi scrittori dell’epoca romantica, famoso per i suoi romanzi d’appendice.

Dumas inizialmente si dedicò a scrivere per il teatro e conobbe il successo con il dramma “Enrico III e la sua corte“, poi si dedicò ai romanzi, che in prima battuta vennero pubblicati a puntate sui giornali. Le sue opere più importanti furono “Il conte di Montecristo” e la trilogia del moschettiere D’Artagnan : I tre moschettieri de 1844 , Vent’anni dopo del 1845 e Il visconte di Bragelonne del 1848.

Condividilo:

Erasmo da Rotterdam : Non si gode a possedere qualche cosa senza compagnia ( dall’Elogio della Follia ).

Non si gode a possedere qualche cosa senza compagnia

( Erasmo da Rotterdam , da Elogio della follia ) .

Erasmo da Rotterdam , 1467 - 1536 .

Erasmo da Rotterdam , 1467 – 1536 .

Questa frase è tratta dall’opera Elogio della Follia , scritta nel 1511 da Erasmo da Rotterdam sotto lo pseudonimo di Desiderium Erasmus Rotterdanorum . Chi era Erasmo da Rotterdam ? Fu un pensatore e umanista originario dei Paesi Bassi e si occupò di teologia , filosofia , saggistica. E’ considerato il massimo esponente dell’Umanesimo Cristiano , corrente dell’Umanesimo risalente al XV secolo , che si proponeva di coniugare i principi umanistici con quelli del cristianesimo .

Per approfondire :

Condividilo: