Aristotele:"Non c'è amicizia salda senza fiducia: e non c'è fiducia senza far passare un certo tempo".

Aristotele:”Non c’è amicizia salda senza fiducia: e non c’è fiducia senza far passare un certo tempo”.

“Non c’è amicizia salda senza fiducia.
E non c’è fiducia senza far passare un certo tempo”.

(Aristotele)

Aristotele considerato assieme a Platone e Socrate uno dei fondatori della filosofia classica e quindi, di riflesso, della filosofia occidentale. Nasce a Stagira nel 384 A.C. e muore a Calcide nel 322 A.C.

Aristotele frequenta l’Accademia di Platone dove rimane fino alla morte del suo maestro. Molto importante è l’esperienza di precettore di Alessandro Magno che Aristotele svolge presso la corte di Filippo II di Macedonia. Tornato ad Atene, intorno al 335 fonda  la sua scuola chiamata “Peripato”.

In questa scuola le lezioni si svolgevano la mattina, mentre il pomeriggio e la sera Aristotele teneva delle conferenze aperte al pubblico, dove si parlava di retorica e politica ma anche di metafisica e logica. Nel 323, alla morte di Alessandro Magno, Aristotele è costretto a lasciare Atene in quanto viene accusato di empietà, così si rifugia con la sua famiglia a Calcide in Eubea , dove l’anno dopo muore forse per una malattia allo stomaco.

Condividilo:

Alexandre Dumas:" Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra, sono sepolti nel nostro cuore; è Dio che ha voluto così, perchè li avessimo sempre con noi".

Alexandre Dumas:” Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra, sono sepolti nel nostro cuore; è Dio che ha voluto così, perchè li avessimo sempre con noi”.

“Gli amici che abbiamo perduto non riposano nella terra,
sono sepolti nel nostro cuore;
è Dio che ha voluto così,
perché li avessimo sempre con noi”.
(Alexandre Dumas)

Alexandre Dumas nasce nel 1802 a Villers-Cotterêts, in Francia, e muore sempre in Francia, a Senna Marittima, nel 1870. E’ stato uno dei più grandi scrittori dell’epoca romantica, famoso per i suoi romanzi d’appendice.

Dumas inizialmente si dedicò a scrivere per il teatro e conobbe il successo con il dramma “Enrico III e la sua corte“, poi si dedicò ai romanzi, che in prima battuta vennero pubblicati a puntate sui giornali. Le sue opere più importanti furono “Il conte di Montecristo” e la trilogia del moschettiere D’Artagnan : I tre moschettieri de 1844 , Vent’anni dopo del 1845 e Il visconte di Bragelonne del 1848.

Condividilo:

Erasmo da Rotterdam : Non si gode a possedere qualche cosa senza compagnia ( dall’Elogio della Follia ).

Non si gode a possedere qualche cosa senza compagnia

( Erasmo da Rotterdam , da Elogio della follia ) .

Erasmo da Rotterdam , 1467 - 1536 .

Erasmo da Rotterdam , 1467 – 1536 .

Questa frase è tratta dall’opera Elogio della Follia , scritta nel 1511 da Erasmo da Rotterdam sotto lo pseudonimo di Desiderium Erasmus Rotterdanorum . Chi era Erasmo da Rotterdam ? Fu un pensatore e umanista originario dei Paesi Bassi e si occupò di teologia , filosofia , saggistica. E’ considerato il massimo esponente dell’Umanesimo Cristiano , corrente dell’Umanesimo risalente al XV secolo , che si proponeva di coniugare i principi umanistici con quelli del cristianesimo .

Per approfondire :

Condividilo: