Mahatma Gandhi:"Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre...ma non può contenere la primavera"

Mahatma Gandhi: “Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… ma non può contenere la primavera”.

“Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… ma non può contenere la primavera”.

Mahatma Gandhi

Mahatma Gandhi nasce a Porbandar il 2 ottobre del 1869 e muore a Nuova Delhi il 30 gennaio 1948; egli è stato un grande filosofo, politico e avvocato indiano.

Considerato una sorta di santo, Ghandi è il pioniere  della resistenza all’oppressione tramita la dissobbedienza civile di massa  che ha portato l’India all’indipendenza.

All’età di diciotto anni, Gandhi decide di partire per l’Inghilterra per studiare da avvocato, la sua casta si oppone alla sua decisione sostenendo che in Inghilterra sia impossibile seguire i principi induisti; Gandhi decide di andare ugualmente e per questo viene dichiarato un paria ovvero “fuori casta”. Solo successivamente, con l’aiuto di suo fratello, riuscirà a tornare in India e ad essere riamesso nella sua casta.

Condividilo:

Mahatma Gandhi:"Tu e io siamo una cosa sola. Non posso farti male senza ferirmi".

Mahatma Gandhi: “Tu e io siamo una cosa sola. Non posso farti male senza ferirmi”.

“Tu e io siamo una cosa sola. Non posso  farti male senza ferirmi”.

Mahatma Gandhi è nato a Porbandar, il 2 ottobre del 1869, e morto a Nuova Delhi, il 30 gennaio del 1948; egli è stato un politico, filosofo e avvocato indiano.

Gandhi, conosciuto comunemente con l’appellativo di Mahatma, letterarmente “grande anima“, ma anche venerabile e santo,  è stato uno dei pionieri  della satyagraha cioè la resistenza dell’oppressione con la dissobbedienza civile di massa.

In India, Gandhi è considerato il padre della nazione; il 2 ottobre, il giorno del suo compleanno, è riconosciuto come un giorno festivo e anche l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiato questo giorno “Giornata internazionale della non violenza“.

Condividilo:

Nessun uomo è inutile, se allevia il peso di qualcun altro. ( Mahatma Gandhi )

Mahatma Gandhi: “Nessun uomo è inutile, se allevia il peso di qualcun altro”.

Nessun uomo è inutile, se allevia il peso di qualcun altro.
(Mahatma Gandhi)

Mahatma Gandhi nasce in India nel 1869 e muore il 30 gennaio 1948 a Nuova Delhi; è stato un politico, filosofo e avvocato indiano.

Gandhi è considerato uno dei pionieri  e fondatori del Satyagraha, la resistenza all’oppressione tramite la dissobbedienza civile di massa. Il satyagrha si fonda sulla verità e sulla nonviolenza, che hanno portato a movimenti di difesa dei diritti civili e all’indipendenza dell’India.

Per questo Gandhi è riconosciuto come “Padre della nazione” e, in India, il giorno della sua nascita, il 2 ottobre, è un giorno di festa.

Ghandi, all’età di diciotto anni, decide di partire per studiare come avvocato a Londra. Ma in Inghilterra non può seguire i principi induisti, quindi la sua casta si oppone alla partenza. Ghandi decide comunque di partire e per questo viene dichiarato “paria” ossia “fuori casta”.

Solo dopo aver terminato gli studi torna in patria e, dopo essere stato riammesso nella casta, comincia a fare l’avvocato.

Condividilo:

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia. (Mahatma Gandhi)

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia. (Mahatma Gandhi)

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.
(Mahatma Gandhi)

Questa frase è attribuita a Mahatma Gandhi, che è stato un leader politico e avvocato indiano, attivista per i diritti civili del popolo indiano. All’anagrafe Mohandas Karamchand Gandhi ( Mahtma è un soprannome che significa venerabile ), nasce il 2 ottobre del 1869 a Porbandar e muore il 30 gennaio del 1948 a Nuova Delhi.

Gandhi sostiene che è inutile rispondere alla violenza con altra violenza e così comincia a predicare la teoria della Satyagraha cioè della resistenza passiva e della disobbedienza civile. Questo diventa un metodo rivoluzionario di lotta politica, che consiste nel rifiuto di ogni atto che possa ledere fisicamente un altro. Gandhi assume in India il ruolo di capo politico per l’indipendenza dalla Gran Bretagna. Per questo verrà ricordato con molti titoli come appunto “il venerabile” o “la grande anima” , o “il santo”.

Il significato della frase è un invito a vivere ogni attimo della vita, senza sprecare il presente ad aspettare un futuro perfetto. Altri aforismi dal significato simile che puoi trovare su messaggi-online.it sono i seguenti:

Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi. ( Cesare Pavese )

Abbiamo due vite: la seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne solo una. (Confucio)

Non avere paura della perfezione. Non la raggiungerai mai. (Salvador Dalì)

 

 

 

 

Condividilo: