liberalismo

Benjamin Franklin : La democrazia sono due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà …

0
La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. ( Benjamin Franklin )

Benjamin Franklin : La democrazia sono due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione. La libertà …

La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a colazione.
La libertà è un agnello ben armato che contesta il voto.

( Benjamin Franklin )

Questa frase è di Benjamin Franklin. Franklin fu scienziato , inventore , giornalista e politico : nacque a Boston il 17 Gennaio 1706 e morì a Filadelfia nell’Aprile del 1790 .

E’ considerato uno dei padri fondatori degli Stati Uniti : per il suo celebre progetto del 1754 di unificazione di tutte le colonie america , per aver contribuito alla stesura della dichiarazione di indipendenza americana , per aver incarnato gli ideali liberali e illuministici ( ma senza gli eccessi dell’illuminismo francese ) , per essere stato quello che oggi definiremmo un “self made man” . Infatti si formò da autodidatta e fu molto attento a valorizzare e monetizzare le sue tante scoperte , in piena sintonia con quello che sarà poi identificato come il tipico “sogno americano” .

Tra i suoi studi , scoperte ed esperimenti scientifici molti furono nel campo dell’elettricità : allo studio sul  “potere delle punte” fece seguito l’invenzione del parafulmine. Altre invenzioni che gli vengono attribuite sono il contachilometri e le lenti bifocali.

Benjamin Franklin. Boston , 1706 - Filadelfia , 1790
Benjamin Franklin.
Boston , 1706 – Filadelfia , 1790.
Condividilo:
Vedi tutti i dettagli di questo messaggio - Ne trovi altri simili in Citazioni Politica , , , -

Luigi Einaudi : Gli esportatori di capitale sono benefattori della Patria, perché i capitali scappano quando i governi dissennati e spendaccioni li dilapidano

0

Luigi Einaudi : Gli esportatori di capitale sono benefattori della Patria, perché i capitali scappano quando i governi dissennati e spendaccioni li dilapidano

Gli esportatori di capitale sono benefattori della Patria, perché i capitali scappano quando i governi dissennati e spendaccioni li dilapidano, e allora portandoli altrove li salvano dallo scempio e li preservano per una futura utilizzazione, quando sarà tornato il buon senso.

( Luigi Einaudi , Le prediche inutili ) .

Questa citazione è tratta dal libro Le prediche inutili di Luigi Einaudi , uno dei massimi esponenti italiani del pensiero liberale e liberista in Italia. Luigi Einaudi , oltre ad essere stato un grande economista , è stato anche Presidente della Repubblica Italiana , ministro del Bilancio nel 1° governo De Gasperi , Governatore della Banca d’Italia e padre costituente.

Questa frase racchiude molti concetti del liberismo , come la precedenza dei diritti individuali sulle pretese degli stati e dei governi e la sfiducia nella possibilità per di trattenere e vincolare i capitali con la coercizione.

La scomparsa del partito liberale in Italia e il successivo affievolirsi degli ideali liberali e liberisti , a favore di partici e concezioni più stataliste, fanno si che oggi molti lettori faticano a credere che parole così nette e dure possano essere state pronunciata da un Presidente della Repubblica Italiana.

Luigi Einaudi , 1874 -1961
Luigi Einaudi , 1874 -1961

Per approfondire :

Condividilo:
Vedi tutti i dettagli di questo messaggio - Ne trovi altri simili in Citazioni Politica , , -

Luigi Einaudi : la vocazione naturale degli imprenditori . “Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli.”

0
Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. È la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di denaro. Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno. Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi. ( Luigi Einaudi ) .

Luigi Einaudi : la vocazione naturale degli imprenditori . “Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli.”

Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. È la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di denaro. Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno.
Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi.

( Luigi Einaudi ) .

Questa frase è estratta dal discorso “Dedica all’impresa dei Fratelli Guerrino di Dogliani” pronunciato da Luigi Einaudi a Dogliani nel 1960. A Dogliani si trova anche la tomba di Luigi Einaudi , vicino al paese natio Cartù , sempre in provincia di Cuneo.

Chi era Luigi Einaudi ? Luigi Einaudi è stato un economista e politico italiano , Presidente della Repubblica Italiana dal 1948 al 1955 ( secondo Presidente a ricoprire questa carica ). Fu un economista di fama internazionale ed esponente di spicco del pensiero liberale e liberista , sebbene nel suo pensiero tendesse a superare la distinzione  che vede il liberalismo come l’insieme di principi civili e morali e il liberismo come l’insieme dei principi economici. Per Luigi Einaudi , infatti , libertà economica e libertà civile sono intrinsecamente correlate.

Luigi Einaudi . Carrù, 1874 - Roma , 1961.
Luigi Einaudi . Carrù, 1874 – Roma , 1961.

Qualche testo per approfondire il pensiero di Luigi Einaudi :

Condividilo:
Vedi tutti i dettagli di questo messaggio - Ne trovi altri simili in Citazioni Politica , , , , -

Ayn Rand : La più piccola minoranza al mondo è l’individuo. Chi nega i diritti individuali non può dirsi difensore delle minoranze.

0

Ayn Rand : La più piccola minoranza al mondo è l’individuo. Chi nega i diritti individuali non può dirsi difensore delle minoranze.

La più piccola minoranza al mondo è l’individuo. Chi nega i diritti individuali non può dirsi difensore delle minoranze ( Ayn Rand ) .

Ayn Rand . San Pietroburgo , 1905 - New York , 1982
Ayn Rand . San Pietroburgo , 1905 – New York , 1982

Chi era Ayn Rand ? Ayn Rand è stata una filosofa liberale e scrittrice americana di origine russa , esponente dell’individualismo . Nacque a San Pietroburgo nel 1905 e morì a New York nel 1982 . Viene oggi citata e ricordata dagli esponenti del liberalismo , libertarismo e individualismo.

La citazione “La più piccola minoranza al mondo è l’individuo. Chi nega i diritti individuali non può dirsi difensore delle minoranze” è tratta dal libro “The Ayn Rand lexicon” , che si può trovare su Amazon.

Condividilo:
Vedi tutti i dettagli di questo messaggio - Ne trovi altri simili in Citazioni Politica , , , , -

Frédéric Bastiat : Lo Stato è la grande finzione attraverso la quale tutti cercano di vivere alle spalle di tutti gli altri .

Lo Stato è la grande finzione attraverso la quale tutti cercano di vivere alle spalle di tutti gli altri .

Frédéric Bastiat : Lo Stato è la grande finzione attraverso la quale tutti cercano di vivere alle spalle di tutti gli altri .

Lo Stato è la grande finzione attraverso la quale tutti cercano di vivere alle spalle di tutti gli altri .

( Frédéric Bastiat , Lo Stato )

Chi era Frédéric Bastiat ? Frédéric Bastiat è stato un pensatore liberale , vissuto in Francia dal 1801 al 1850 . Fu un seguace del giusnaturalismo e quindi convinto sostenitore del diritto naturale e quindi di diritti individuali come la vita , la proprietà e la libertà . In ambito economico fu considerato un precursore della Scuola Austriaca.

Frédéric Bastiat . Bayonne, 1801 - Roma , 1850 .
Frédéric Bastiat . Bayonne, 1801 – Roma , 1850 .

La citazione ” Lo Stato è la grande finzione […] ” è comparsa in uno scritto del 1848 intitolato “Lo Stato” , pubblicato sul Journal des débats .

Per approfondire :

Condividilo:
Vedi tutti i dettagli di questo messaggio - Ne trovi altri simili in Citazioni Politica , , , , -