“Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle”
(Oscar Wilde)

Oscar Wilde è stato uno scrittore, poeta e saggista irlandese, esponente del decadentismo e dell’estetismo. Nacque a Dublino nel 1854 e morì a Parigi nel 1900, dove si trasferì dopo una condanna per due anni per omosessualità e si convertì in punto di morte al cattolicesimo.

Figlio di un medico, autore di diversi trattati medici e scrittore anche di archeologia di cui era appassionato, Oscar Wilde aveva poche caratteristiche in comune con il padre se non l’abilità oratoria. Era invece molto simile a sua madre, la poetessa Jane Francesca Elgee che si firmava con lo pseudonimo di “Speranza”. Le somigliava nell’aspetto fisico, nell’eccentricità del vestire, di porsi e sopratutto nell’amore per la letteratura. Dalla madre prese anche alcuni piccoli vezzi come l’abitudine a non dire la propria età. In occasione dei suoi compleanni si vestiva in lutto per la morte di un altro suo anno.

Condividilo: