C’era una volta una bambina che amava molto una gatta, al punto da portarla con sè ovunque. Un giorno, la bambina, la gatta e lo zio di nome Giuseppe ma da tutti detto “Pino” si recarono alla spiaggia. Ad un tratto, la gatta si lanciò in acqua e cominciò a nuotare andando sempre più a largo. Dalla riva on la si scorgeva più. Lo zio si gettò in acqua per riprenderla. E nuotò anch’egli verso il largo. La bambina non riusciva a scorgere più nè lo zio nè la gatta. Molto tempo dopo, la gatta tornò a riva, mentre dello zio non si seppe più nulla. Morale: tanto va la gatta a largo che ci lascia lo zio Pino.

Condividilo: