Hernest Hemingway: "Amo ascoltare. Ho imparato un gran numero di cose ascoltando attentamente. Molte persone non ascoltano mai."

Hernest Hemingway: “Amo ascoltare. Ho imparato un gran numero di cose ascoltando attentamente. Molte persone non ascoltano mai”.

Amo ascoltare.
Ho imparato un gran numero di cose ascoltando attentamente.
Molte persone non ascoltano mai.
 (Hernest Hemingway)

Ernest Hemingway nasce nel 1899, in un sobborgo di Chicago e, dopo un brutto periodo tra gravi problemi di salute fisica e depressione, si tolse la vita con un colpo di pistola nel 1961.

Hemingway fu un grande romanziere e giornalista americano e divenne presto il simbolo dell’intero settore della Letteratura a livello mondiale del Novecento, vincendo il Premio Nobel per la letteratura nel 1954.

Le sue prime esperienze letterarie sono state legate all’attività, da giovanissimo, come cronista per il “Kansas City Star”. In questo lavoro cui apprese tutte le regole più importanti circa una scrittura oggettiva, concisa e fuori da cliché e formule standardizzate. Tutto questo pose le basi per il suo stile futuro.

Il significato di questa frase riguarda la capacità di ascoltare gli altri, di provare empatia e capirne i pensieri, anche se talvolta non si condividono. Due aforismi attinenti a riguardo, che puoi trovare su messaggi-online.it , sono i seguenti di Aristotele e Alda Merini:

Aristotele:”Solo una mente educata può capire un pensiero diverso dal suo senza la necessità di accettarlo”.

Alda Merini: “A pelle si sentono cose a cui le parole non sanno dare nome”.

Condividilo:

Ti sto parlando come se ti conoscessi da secoli. Accade sempre così quando due si capiscono. (Hernest Hemingway)

Hernest Hemingway: “Ti sto parlando come se ti conoscessi da secoli. Accade sempre così quando due si capiscono”.

Ti sto parlando come se ti conoscessi da secoli.
Accade sempre così quando due si capiscono.
(Hernest Hemingway)

Ernest Miller Hemingway nasce nel 1899 a Oak Park e muore nel 1961 a Ketchum; egli è stato un importante giornalista e scrittore degli USA. Pubblicò una serie di racconti e romanzi, tutti accomunati da uno stile essenziale ed asciutto e con protagonisti di indole fondamentalmente stoica.

Ad oggi, la maggior parte delle sue opere viene considerata tassello fondamentale della letteratura americana moderna, avendo influenzato l’intero sviluppo del romanzo del Novecento. 

Questa frase parla di empatia, ovvero della capacità di due persone di capirsi e di percepire le reciproche sensazioni ed emozioni. Si dice che abbia una spiegazione scientifica nei neuroni specchio , che sono neuroni che si attivano nel nostro cervello quando vediamo una persona compiere un gesto o fare un’azione nella quale possiamo immedesimarci. Un altro aforisma sull’empatia che puoi trovare su messaggi-online.it è il seguente di Alda Merini :

Alda Merini: “A pelle si sentono cose a cui le parole non sanno dare nome”.

Condividilo: