Category Citazioni sulla vita e sull’uomo

Iniziò quando la gente smise di preoccuparsene, quando la gente divenne insensibile, obbediente e cieca, con la convinzione che tutto questo fosse normale. Primo Levi

Primo Levi: “Iniziò quando la gente smise di preoccuparsene, quando la gente divenne insensibile, obbediente e cieca, con la convinzione che tutto questo fosse normale”.

Iniziò quando la gente smise di preoccuparsene, quando la gente divenne insensibile, obbediente e cieca, con la convinzione che tutto questo fosse normale.

Primo Levi

 

Primo Levi è nato a Torino, il 31 luglio del 1919, e morto nello stesso luogo, l’11 aprile del 1987; egli è stato un grande scrittore e chimico italiano, autore di saggi, romanzi, racconti, poesie e memorie.

La sua opera più conosciuta resta sicuramente ‘Se questo è un uomo‘, testo che racconta le sue esperienze nel campo di concentramento nazista.

Condividilo:

Alcuni portano la felicità ovunque vadano. Altri quando se ne vanno. Oscar Wilde

Oscar Wilde: “Alcuni portano la felicità ovunque vadano. Altri quando se ne vanno”.

Alcuni portano la felicità ovunque vadano. Altri quando se ne vanno.

Oscar Wilde

 

Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde, conosciuto più comunemene come Oscar Wilde, è nato a Dublino, il 16 ottobre del 1854, e morto a Parigi, il 30 novembre del 1900; egli è stato un grande scrittore, aforista, drammaturgo, poeta, saggista e giornalista irlandese.

Espondente del decadentismo ed estetismo inglese, Wilde si è sempre contraddistinto per lo stile sferzante e per l’uso frequente di aforismi e paradossi.

Condividilo:

Il benessere dell'umanità è sempre l'alibi dei tiranni. Albert Camus

Albert Camus: “Il benessere dell’umanità è sempre l’alibi dei tiranni”.

Il benessere dell’umanità è sempre l’alibi dei tiranni.

Albert Camus

 

Albert Camus è nato a Drèan, il 7 novembre del 1913, e morto a Villeblevin, il 4 gennaio del 1960; egli è stato un grande scrittore, filosofo, drammaturgo, giornalista e filosofo francese.

Vissuto nel pieno periodo tumultuoso, tra avvento dei regimi totalitari, seconda guerra mondiale e inizio della guerra fredda, è riuscito con le sue riflessioni filosofiche a mostrare un’immagine del tutto atemporale della condizione umana e del turbamento dell’animo umano, oltreppassando i confini storici.

Camus ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura nel 1957.

 

Condividilo:

Affezionatevi di nascosto, dura di più. Charles Bukowski

Charles Bukowski: “Affezionatevi di nascosto, dura di più”.

Affezionatevi di nascosto, dura di più.

Charles Bukowski

 

Henry Charles “Hank” Bukowski Jr. è nato a Andernach, il 16 agosto del 1920, e morto a Los Angeles, il 9 marzo del 1994; egli è stato un poeta e scrittore statunitense.

Bukowski ha scritto:

  • 6 romanzi;
  • + di 100 racconti;
  • migliaia di poesie;

Il contenuto e le tematiche si aggirano quasi tutte intorno al suo rapporto morboso con l’alcol, alle sue esperienze sessuali e ai rapporti burrascosi con le donne.

Il suo stile si riconduce alla corrente letteraria del realismo sporco.

 

Condividilo:

La libertà è un bene così grande che tutti vogliono avere la propria, e un po' di quella degli altri. François Dominique de Reynaud

François Dominique de Reynaud: “La libertà è un bene così grande che tutti vogliono avere la propria, e un po’ di quella degli altri”.

La libertà è un bene così grande che tutti vogliono avere la propria, e un po’ di quella degli altri.

François Dominique de Reynaud

 

François Dominique de Reynaud, anche conosciuto come il conte de Montlosier, nasce il 16 aprile del 1755, Clermont-Ferrand, e muore il 9 dicembre del 1838, nello stesso luogo.

Egli è stato un importante politico e scrittore politico francese durante il Primo impero francese, il Restauro borbonico e la Monarchia di luglio.

Le sue origini rimandano a quella fascia di nobiltà più povera.

Condividilo:

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno. Albert Einstein

Albert Einstein: “Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno”.

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.

Albert Einstein

 

Albert Einstein è nato a Ulma, il 14 marzo del 1879, e morto a Princeton, il 18 aprile del 1955. 

Einstein è stato un grande fisico tedesco, naturalizzato svizzero e statunitense.

Ad oggi considerato il più importante fisico del XX secolo, Einstein è soprattutto conosciuto per la formula dell’equivalenza massa energia: E = mc2.

Nel 1921 ha ricevuto il premio Nobel per la fisica, dati i suoi importanti contributi alla teoria dei quanti, sviluppando dal 1905 la teoria della relatività: una delle due colonne portanti della fisica moderna, assieme alla meccanica quantistica.

Condividilo:

Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. James Dean

James Dean: “Sogna come se dovessi vivere per sempre.Vivi come se dovessi morire oggi”.

Sogna come se dovessi vivere per sempre.

Vivi come se dovessi morire oggi.

James Dean

 

James Byron Dean è nato a Marion, l’8 febbraio del 1931, e morto a Cholame, il 30 settembre del 1955; egli è stato un attore americano di notevole fama.

Visto come icona culturale del ‘ribelle‘, James Dean impersona spesso ruoli del genere nei film che lo vedono come attore protagonista: “Gioventù bruciata” e “Il seme della violenza“, entrambe pellicole del 1955.

Dean è tutt’oggi un‘icona pop senza tempo, probabilmente anche per la sua morte prematura, avvenuta all’età di 24 anni.

Condividilo:

Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso. Fëdor Dostoevskij

Fëdor Dostoevskij: “Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso”.

Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso.

Fëdor Dostoevskij

 

Fëdor Michajlovič Dostoevskij è nato  a Mosca, l’11 novembre del 1821, e morto a San Pietroburgo, il 9 febbraio del 1881; egli è stato un grande scrittore e filosofo russo.

Alla pari di Tolstoj, egli è considerato uno tra i più grandi romanzieri e pensatori russi della storia dei tempi, oltre che uno tra i più importanti esponenti dell’esistenzialismo e dello psicologismo.

Le sue più grandi opere sono:

  • Memorie dal sottosuolo;
  • Delitto e castigo;
  • L’idiota;
  • I demoni;
  • I fratelli Karamazov;
Condividilo:

La vita ti offre sempre una seconda possibilità. Si chiama domani. Dylan Thomas

Dylan Thomas: “La vita ti offre sempre una seconda possibilità. Si chiama domani”.

La vita ti offre sempre una seconda possibilità.

Si chiama domani.

Dylan Thomas

 

Dylan Marlais Thomas è nato a Swansea, il 27 ottobre 1914, e morto a New York, il 9 novembre 1953.

Thomas è stato un grande poeta, scrittore e drammaturgo gallese. Egli ha scritto diverse poesie, epistole, sceneggiature e saggi, oltre che racconti autobiografici e un dramma teatrale dal titolo Sotto il bosco di latte (Under milk Wood). La versione radiofonica di quest’ultimo, in cui Thomas stesso ha recitato, ha vinto il Prix Italia nel 1954.

Condividilo:

I mercati finanziari sono un formidabile strumento per trasferire ricchezza dagli impazienti ai pazienti. Warren Buffett

Warren Buffett: “I mercati finanziari sono un formidabile strumento per trasferire ricchezza dagli impazienti ai pazienti”.

I mercati finanziari sono un formidabile strumento per trasferire ricchezza dagli impazienti ai pazienti.

Warren Buffett

Warren Edward Buffett è nato a Omaha, il 30 agosto del 1930; egli è uno tra i maggiori imprenditori, economisti e filantropi statunitensi, conosciuto in tutto il mondo.

Il più grande value investor di tutti i tempi, Buffett è soprannominato ‘l’oracolo di Omaha‘, proprio per le sue particolari doti di previsione circa investimenti finanziari, perdite e guadagni.

Importante figura di filantropo, solo nel 2006 ha donato 37 miliardi di dollari in azioni benefiche per le popolazioni del Terzo mondo.

Condividilo:

La qualità più importante di un investitore è il temperamento, non l’intelletto. Hai bisogno di personalità per non provare grande piacere né nel seguire la folla, né nell’andare controcorrente. Warren Buffett

Warren Buffett: “Hai bisogno di personalità per non provare grande piacere né nel seguire la folla, né nell’andare controcorrente”.

La qualità più importante di un investitore è il temperamento, non l’intelletto. Hai bisogno di personalità per non provare grande piacere né nel seguire la folla, né nell’andare controcorrente.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett, ad oggi (luglio 2021) il nono uomo più ricco sul Pianeta, è nato a Omaha, il 30 agosto del 1930.

Riconosciuto come uno tra i maggiori imprenditori, economisti e filantropi a livello mondiale, Buffett è soprannominato l’oracolo di Omaha, proprio per le sue eclatanti doti nel predire perdite e guadagni nei suoi investimenti finanziari.

Buffett è il più grande value investor di tutti i tempi.

 

Condividilo:

Il rischio nasce dal non sapere cosa stai facendo. Warren Buffett

Warren Buffett: “Il rischio nasce dal non sapere cosa stai facendo”.

Il rischio nasce dal non sapere cosa stai facendo.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett nasce a Omaha, il 30 agosto del 1930.

Buffett è ad oggi considerato uno tra i più noti imprenditori, economisti e filantropi statunitensi.

Ricordato anche come il più grande value investor di sempre, Buffett è nel 2008 l’uomo più ricco al mondo e ad oggi, luglio 2021, il nono a tutti gli effetti.

Dato importante è ricordare anche la sua beneficenza presso importanti associazioni, come la Gates Foundation, presso cui ha promesso di impegnare il 99% del suo patrimonio.

 

Condividilo:

La fiducia ritorna poco alla volta, la paura è istantanea. Warren Buffett

Warren Buffett: “La fiducia ritorna poco alla volta, la paura è istantanea”.

La fiducia ritorna poco alla volta, la paura è istantanea.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett, nato a Omaha il 30 agosto 1930, è ad oggi considerato uno tra i più noti imprenditori, econimisti e filantropi americani.

Buffett è considerato anche il più grande value invester di tutti i tempi. Nel 2008, secondo la rivista Forbes, è stato l’uomo più ricco sulla Terra; nel 2015 il quarto; nel 2021 il nono.

Noto anche come filantropo, ricordiamo la sua donazione benefica del 2006, per le popolazioni del Terzo mondo, pari a 37 miliardi di dollari.

Ad oggi collabora anche con la Gates Foundation, attraverso la quale ha promesso di impegnare il 99% del suo patrimone in cause filatropiche.

 

 

Condividilo:

Le opportunità arrivano raramente. Quando piove oro, metti fuori un secchio, non un ditale. Warren Buffett

Warren Buffett: “Le opportunità arrivano raramente. Quando piove oro, metti fuori un secchio, non un ditale”

Le opportunità arrivano raramente. Quando piove oro, metti fuori un secchio, non un ditale.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett nasce il 30 agosto 1930, a Omaha.

Importante imprenditore, econimista e filantropo statunitense, Buffett è noto da sempre per le sue abilità negli investimenti finanziari, oltre che come notevole filantropo che ha promesso di impegnare il 99% dell’intero suo patrimonio in cause filantropiche, soprattutto tramite la Gates Foundation.

Condividilo:

L’investimento più importante che puoi fare è in te stesso. Warren Buffett

Warren Buffett: “L’investimento più importante che puoi fare è in te stesso”.

L’investimento più importante che puoi fare è in te stesso.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett è un noto economista, imprendirore e filantropo americano.

Nato il 30 agosto 1930, a Omaha, è presto conosciuto come l’oracolo di Omaha, proprio per le sue strabilianti abilità nell’ottima riusciuta di investimenti finanziari, e soprattutto per il buon fiuto nel predire i possibili guadagni e le possibili perdite.

Al 19 luglio 2021 risulta essere il 9° uomo più ricco al mondo.

Condividilo:

"Ci vogliono vent’anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla". Warren Buffett

Warrem Buffett: “Ci vogliono vent’anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla”.

“Ci vogliono vent’anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla”.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett, nato a Omaha nel 1930, soprannonimato anche l’oracolo di Omaha, è un grande imprendirore, economista e filantropo statunitense.

Noto per le abilità in investimenti finanziari e per le capacità nel predire perdite e guadagni che riguardino i suoi investimenti, Buffett risulta essere (in data 19 luglio 2021) il nono uomo più ricco al mondo.

Ricordiamo le sue iniziative come filantropo, tramite la Gates Foundation, fondazione privata americana fondata da Bill Gates e Melinda Gates.

Condividilo:

"Quello che abbiamo imparato dalla storia è che le persone non imparano nulla dalla storia". Warren Buffett"Quello che abbiamo imparato dalla storia è che le persone non imparano nulla dalla storia". Warren Buffett

Warren Buffett: “Quello che abbiamo imparato dalla storia è che le persone non imparano nulla dalla storia”.

“Quello che abbiamo imparato dalla storia è che le persone non imparano nulla dalla storia”.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett, nato a Omaha il 30 agosto del 1930, è un noto imprenditore, economista e filantropo statunitense; soprannominato anche l’oracolo di Omaha, per le sue spiccate doti di predizione guadagni e perdite nei suo investimenti.

Buffett è considerato il più grande value investor di sempre.

Nel 2008 è stato l’uomo più ricco al mondo, nel 2015 il quarto, e al 19 luglio del 2021 il nono. Rientrando, in sostanza, come quarantesimo nella classifica di ricchezza a livello mondiale.

Ricordiamo, inoltre, il suo impegno nell’impegnare in cause filantropiche il 99% del suo patrimonio.

Condividilo:

"Quando voglio prendere una decisione di gruppo mi guardo allo specchio". Warren Buffett"Quando voglio prendere una decisione di gruppo mi guardo allo specchio". Warren Buffett

Warrem Buffett: “Quando voglio prendere una decisione di gruppo mi guardo allo specchio”.

“Quando voglio prendere una decisione di gruppo mi guardo allo specchio”.

Warren Buffett

 

Warren Edward Buffett è nato a Omaha, il 30 agosto del 1930. 

Egli è un noto imprenditore, oltre che economista e filantropo americano.

Il soprannome, oracolo di Omaha, deriva proprio dalle sue abilità negli investimenti finanziari, oltre che nella capacità innata di predire guadagni e perdite possibili.

Buffett è ad oggi considerato il più grande value investor di tutti i tempi, oltre che ad oggi (2021) il nono uomo più ricco al mondo, con un patrimonio di 100.7 miliardi di dollari.

Condividilo:

"La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E' nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie". Albert Einstein

Albert Einstein: “La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi…”.

“La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura.

E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie”.

Albert Einstein

 

Albert Einstein è nato a Ulma, il 14 marzo del 1879, e morto a Princeton, il 18 aprile del 1955.

Einstein è stato un fisico tedesco, naturalzzato svizzero e statunitense.

Inventore dell’equazione più famosa al mondo (E=mc2), nel 1921 ha ricevuto il Premio Nobel per la fisica, «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico», una vera e propria svolta per la teoria dei quanti.

 

Condividilo:

"Le grandi anime sopportano in silenzio". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “Le grandi anime sopportano in silenzio”.

“Le grandi anime sopportano in silenzio”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich von Schiller nacque in Germania, nel 1759, e morì nel 1805.

Egli fu un grande poeta, drammaturgo, filosofo e storico tedesco; ebbe il suo esordio come autore nel 1782, quando al teatro nazionale di Mannheim venne messa in scena la tragediaI masnadieri“, pubblicata nel 1781.

L’opera tratta delle avventure di un fuorilegge idealista in rivolta verso la società mai giusta e crudele.

Quest’opera mette in evidenza i moti di ribellione di Schiller, frutto di un’adolescenza segnata da dura disciplina in accademie militari.

 

 

Condividilo:

"L'arte è la mano destra della natura". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “L’arte è la mano destra della natura”.

“L’arte è la mano destra della natura”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich Schiller nasce a Marbach am Neckar, il 10 novembre del 1759, e muore a Weimar, il 9 maggio del 1805.

Schiller fu un grande poeta, drammaturgo, storico e filosofo tedesco.

Figlio di un chirurgo militare, dopo un’infanzia vissuta in ambiente domestico materno, entrò nell’accademia militare di Solitüd, poi a Stoccarda dove studiò legge e più tardi medicina.

La sua fu una disciplina alquanto rigida e promosse in lui moti di ribellione, tutti ben visibili nel dramma Die Räuber (1781), ispirato a un racconto di Ch. F. D. Schubart, in cui esalta la libertà dell’individuo sopra ogni morale e convenzione sociale.

Condividilo:

"Sono migliore della mia reputazione". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “Sono migliore della mia reputazione”.

“Sono migliore della mia reputazione”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich von Schiller nasce a Marbach am Neckar, il 10 novembre del 1759, e muore a Weimar, il 9 maggio del 1805; egli è stato un grande filosofo, poeta, drammaturgo e storico tedesco.

La sua infanzia si articola in un ambiente domestico affettuoso e femminile, con la madre Elisabeth Dorothea Kodweiss, donna gentile con un amore incondizionato per la letteratura devozionale e di forte fede religiosa.

Proprio da lei, Schiller, eredità l’emotività e l’altruismo, che contraddistinguono molte delle sue opere; mentre dal padre, impegnato spesso al fronte come chirurgo militare e poi promosso come luogotenente, prese l’energia e l’infaticabile forza d’animo.

Condividilo:

Giochiamo a nascondino? Sì, ma se ti trovo ti bacio. Ok, se non mi trovi sono dietro la porta Charles Bukowski

Charles Bukowski: “Giochiamo a nascondino? Sì, ma se ti trovo ti bacio. Ok, se non mi trovi sono dietro la porta”.”

Giochiamo a nascondino?

Sì, ma se ti trovo ti bacio.

Ok, se non mi trovi sono dietro la porta

Charles Bukowski

 

Henry Charles “Hank” Bukowski Jr., nato come Heinrich Karl Bukowski, nasce ad Andernach, nel 1920, e muore a Los Angeles, nel 1994; egli è stato un grande poeta e scrittore americano, di cui ancora oggi si ricordano molti aforismi, come quello sopra riportato.

Bukowski ha scritto 6 romanzi, più di 100 racconti e migliaia di poesie; si parla di oltre 60 libri.

Le tematiche principali si concentrano sulla sua vita:

  • il rapporto con l’alcool;
  • le numerosi esperienze sessuali;
  •  i rapporti burrascosi con la società;

Ricordiamo Bukowski come il principale esponenete del realismo sporco.

Condividilo:

Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso. Gabriel Garcià Màrquez

Gabriel Garcià Màrquez: “Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso”.”

Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste,

perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso.

Gabriel Garcià Màrquez

 

Gabriel Garcìa Màrquez, detto Gabo, nasce ad Aracatana, nel 1927, e muore a città del Messico, nel 2014; egli è stato un grande giornalista, saggista e scrittore del realismo magico in lingua spagnola.

Nei suoi scritti fa sapiente uso di prolessi e analessi, che tengono assieme molteplici piani di lettura, con uso di allegorie e frequenti intrecci tra reale e irreale.

Màrquez riceve il Premio Nobel per la Letteratura nel 1982.

Condividilo:

Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita sicuramente non ti farà piangere. Gabriel Garcìa Màrquez

Gabriel Garcìa Màrquez: “Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita sicuramente non ti farà piangere”.

Nessuna persona merita le tue lacrime,

e chi le merita sicuramente non ti farà piangere.

Gabriel Garcìa Màrquez

 

Gabriel Garcìa Màrquez è nato ad Aracataca, nel 1927, ed è morto a città del Messico, nel 2014.

Màrquez è stato un grande scrittore, oltre che giornalista e saggista colombiano, naturalizzato messicano.

Nel 1982 ha ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura.

Il suo romanzo più famoso è “Cent’anni di solitudine“, ed è stata riconosciuta dal IV Congresso internazionale della Lingua Spagnola, tenutosi a Cartagena de Indias, in Colombia nel 2007, come la seconda opera in lingua spagnola più famosa e importante mai scritta.

Condividilo:

La forma più umana di volare continua ad essere l'abbraccio Gabriel Garcìa Màrquez

Gabriel Garcìa Màrquez: “La forma più umana di volare continua ad essere l’abbraccio”.

La forma più umana di volare continua ad essere l’abbraccio.

Gabriel Garcìa Màrquez

 

Gabriel José de la Concordia García Márquez, detto Gabo, nasce a Aracataca, il  marzo del 1927, e muore a Città del Messico, il 17 aprile del 2012.

Egli è stato uno tra i più importanti scrittori in lingua spagnola del realismo magico.

Importante il suo stile scorrevole, ricco ma cotemporaneamente pervaso di amara ironia.

I suoi romanzi hanno la caratteristicadi svilupparsi spesso tra storia e leggenda, fantasia e realtà; sempre ricchi di allegorie e articolate strutture narrative.

 

 

 

Condividilo:

Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera... Pablo Neruda

Pablo Neruda: “Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera”.

Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera…

Pablo Neruda

 

Pablo Neruda nasce a Parral, il 12 luglio del 1904, e muore a Santiago del cile, il 1973.

Viene ricordato oggi, oltre che per la splendida attività da poeta, anche per i ruoli politici e diplomatici assunti nel tempo, sempre sotto una forte impronta comunista.

Nel 1971 gli viene consegnato il Premio Nobel per la Letteratura.

Condividilo:

È proibito piangere senza imparare Pablo Neruda

Pablo Neruda: “È proibito piangere senza imparare”.

È proibito piangere senza imparare

Pablo Neruda

 

Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto, più comunemente conosciuto come Pablo Neruda, nasce a Parral, nel 1904, e muore a Santiago del cile, nel 1973.

Pablo Neruda è stato un grande poeta, oltre che politico cileno del pieno Novecento.

Ha ricoperto diversi incarichi, come quello di Senatore, e viene ricordato per aver aderito al comunismo, mossa che gli provocò censure e persecuzioni politiche, oltre che l’espatrio.

Condividilo:

Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici Alejandro Jodorowsky

Alejandro Jodorowsky: “Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici”.

 Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici
Alejandro Jodorowsky
Alejeandro Jodorowsky Prullansky nasce a Tocopilla, il 17 febbraio del 1929; egli è un grande scrittore, attore, regista teatrale e drammaturgo, oltre che fumettista e poeta cileno, naturalizzato francese.
Tutti i suoi libri sono caratterizzati da poliedricità e eterogeneità.
Ricordiamo diversi suoi corti, come: “La cravatta” del 1957 e “Teatro sin fin” del 1965; particolarmente ricordato anche il docufilm del 2019 “Psicomagia – Un’arte che guarisce“.
Condividilo:

La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l'orgoglio. La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione Blaise Pascal

Blaise Pascal: “La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l’orgoglio. La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione”.

La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l’orgoglio.

La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione

Blaise Pascal

 

Blaise Pascal nasce nel 1623, a Clermont-Ferrand, e muore nel 1662, a Parigi.

Blaise è stato un grande matematico e fisico, oltre che filosofo francese.

Alla giovane età di 16 anni scrive  un trattato di geometria proiettiva, e dal 1654 lavora con Pierre de Fermat sulla teoria della probabilità.

Ma, nello stesso anno, abbandona sia la matematica che la fisica, per dedicarsi ad esperienze religiose e filosofiche.

Muore 2 mesi dopo aver compiuto 39 anni, dopo un lungo periodo di malattia.

Condividilo: