Category Citazioni sulla vita e sull’uomo

"La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E' nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie". Albert Einstein

Albert Einstein: “La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi…”.

“La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi.

La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura.

E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie”.

Albert Einstein

 

Albert Einstein è nato a Ulma, il 14 marzo del 1879, e morto a Princeton, il 18 aprile del 1955.

Einstein è stato un fisico tedesco, naturalzzato svizzero e statunitense.

Inventore dell’equazione più famosa al mondo (E=mc2), nel 1921 ha ricevuto il Premio Nobel per la fisica, «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico», una vera e propria svolta per la teoria dei quanti.

 

Condividilo:

"Le grandi anime sopportano in silenzio". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “Le grandi anime sopportano in silenzio”.

“Le grandi anime sopportano in silenzio”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich von Schiller nacque in Germania, nel 1759, e morì nel 1805.

Egli fu un grande poeta, drammaturgo, filosofo e storico tedesco; ebbe il suo esordio come autore nel 1782, quando al teatro nazionale di Mannheim venne messa in scena la tragediaI masnadieri“, pubblicata nel 1781.

L’opera tratta delle avventure di un fuorilegge idealista in rivolta verso la società mai giusta e crudele.

Quest’opera mette in evidenza i moti di ribellione di Schiller, frutto di un’adolescenza segnata da dura disciplina in accademie militari.

 

 

Condividilo:

"L'arte è la mano destra della natura". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “L’arte è la mano destra della natura”.

“L’arte è la mano destra della natura”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich Schiller nasce a Marbach am Neckar, il 10 novembre del 1759, e muore a Weimar, il 9 maggio del 1805.

Schiller fu un grande poeta, drammaturgo, storico e filosofo tedesco.

Figlio di un chirurgo militare, dopo un’infanzia vissuta in ambiente domestico materno, entrò nell’accademia militare di Solitüd, poi a Stoccarda dove studiò legge e più tardi medicina.

La sua fu una disciplina alquanto rigida e promosse in lui moti di ribellione, tutti ben visibili nel dramma Die Räuber (1781), ispirato a un racconto di Ch. F. D. Schubart, in cui esalta la libertà dell’individuo sopra ogni morale e convenzione sociale.

Condividilo:

"Sono migliore della mia reputazione". Friedrich Schiller

Friedrich Schiller: “Sono migliore della mia reputazione”.

“Sono migliore della mia reputazione”.

Friedrich Schiller

 

Johann Christoph Friedrich von Schiller nasce a Marbach am Neckar, il 10 novembre del 1759, e muore a Weimar, il 9 maggio del 1805; egli è stato un grande filosofo, poeta, drammaturgo e storico tedesco.

La sua infanzia si articola in un ambiente domestico affettuoso e femminile, con la madre Elisabeth Dorothea Kodweiss, donna gentile con un amore incondizionato per la letteratura devozionale e di forte fede religiosa.

Proprio da lei, Schiller, eredità l’emotività e l’altruismo, che contraddistinguono molte delle sue opere; mentre dal padre, impegnato spesso al fronte come chirurgo militare e poi promosso come luogotenente, prese l’energia e l’infaticabile forza d’animo.

Condividilo:

Giochiamo a nascondino? Sì, ma se ti trovo ti bacio. Ok, se non mi trovi sono dietro la porta Charles Bukowski

Charles Bukowski: “Giochiamo a nascondino? Sì, ma se ti trovo ti bacio. Ok, se non mi trovi sono dietro la porta”.”

Giochiamo a nascondino?

Sì, ma se ti trovo ti bacio.

Ok, se non mi trovi sono dietro la porta

Charles Bukowski

 

Henry Charles “Hank” Bukowski Jr., nato come Heinrich Karl Bukowski, nasce ad Andernach, nel 1920, e muore a Los Angeles, nel 1994; egli è stato un grande poeta e scrittore americano, di cui ancora oggi si ricordano molti aforismi, come quello sopra riportato.

Bukowski ha scritto 6 romanzi, più di 100 racconti e migliaia di poesie; si parla di oltre 60 libri.

Le tematiche principali si concentrano sulla sua vita:

  • il rapporto con l’alcool;
  • le numerosi esperienze sessuali;
  •  i rapporti burrascosi con la società;

Ricordiamo Bukowski come il principale esponenete del realismo sporco.

Condividilo:

Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso. Gabriel Garcià Màrquez

Gabriel Garcià Màrquez: “Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso”.”

Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste,

perchè non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso.

Gabriel Garcià Màrquez

 

Gabriel Garcìa Màrquez, detto Gabo, nasce ad Aracatana, nel 1927, e muore a città del Messico, nel 2014; egli è stato un grande giornalista, saggista e scrittore del realismo magico in lingua spagnola.

Nei suoi scritti fa sapiente uso di prolessi e analessi, che tengono assieme molteplici piani di lettura, con uso di allegorie e frequenti intrecci tra reale e irreale.

Màrquez riceve il Premio Nobel per la Letteratura nel 1982.

Condividilo:

Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita sicuramente non ti farà piangere. Gabriel Garcìa Màrquez

Gabriel Garcìa Màrquez: “Nessuna persona merita le tue lacrime, e chi le merita sicuramente non ti farà piangere”.

Nessuna persona merita le tue lacrime,

e chi le merita sicuramente non ti farà piangere.

Gabriel Garcìa Màrquez

 

Gabriel Garcìa Màrquez è nato ad Aracataca, nel 1927, ed è morto a città del Messico, nel 2014.

Màrquez è stato un grande scrittore, oltre che giornalista e saggista colombiano, naturalizzato messicano.

Nel 1982 ha ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura.

Il suo romanzo più famoso è “Cent’anni di solitudine“, ed è stata riconosciuta dal IV Congresso internazionale della Lingua Spagnola, tenutosi a Cartagena de Indias, in Colombia nel 2007, come la seconda opera in lingua spagnola più famosa e importante mai scritta.

Condividilo:

La forma più umana di volare continua ad essere l'abbraccio Gabriel Garcìa Màrquez

Gabriel Garcìa Màrquez: “La forma più umana di volare continua ad essere l’abbraccio”.

La forma più umana di volare continua ad essere l’abbraccio.

Gabriel Garcìa Màrquez

 

Gabriel José de la Concordia García Márquez, detto Gabo, nasce a Aracataca, il  marzo del 1927, e muore a Città del Messico, il 17 aprile del 2012.

Egli è stato uno tra i più importanti scrittori in lingua spagnola del realismo magico.

Importante il suo stile scorrevole, ricco ma cotemporaneamente pervaso di amara ironia.

I suoi romanzi hanno la caratteristicadi svilupparsi spesso tra storia e leggenda, fantasia e realtà; sempre ricchi di allegorie e articolate strutture narrative.

 

 

 

Condividilo:

Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera... Pablo Neruda

Pablo Neruda: “Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera”.

Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera…

Pablo Neruda

 

Pablo Neruda nasce a Parral, il 12 luglio del 1904, e muore a Santiago del cile, il 1973.

Viene ricordato oggi, oltre che per la splendida attività da poeta, anche per i ruoli politici e diplomatici assunti nel tempo, sempre sotto una forte impronta comunista.

Nel 1971 gli viene consegnato il Premio Nobel per la Letteratura.

Condividilo:

È proibito piangere senza imparare Pablo Neruda

Pablo Neruda: “È proibito piangere senza imparare”.

È proibito piangere senza imparare

Pablo Neruda

 

Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto, più comunemente conosciuto come Pablo Neruda, nasce a Parral, nel 1904, e muore a Santiago del cile, nel 1973.

Pablo Neruda è stato un grande poeta, oltre che politico cileno del pieno Novecento.

Ha ricoperto diversi incarichi, come quello di Senatore, e viene ricordato per aver aderito al comunismo, mossa che gli provocò censure e persecuzioni politiche, oltre che l’espatrio.

Condividilo:

Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici Alejandro Jodorowsky

Alejandro Jodorowsky: “Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici”.

 Accetta te stesso così come sei ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici
Alejandro Jodorowsky
Alejeandro Jodorowsky Prullansky nasce a Tocopilla, il 17 febbraio del 1929; egli è un grande scrittore, attore, regista teatrale e drammaturgo, oltre che fumettista e poeta cileno, naturalizzato francese.
Tutti i suoi libri sono caratterizzati da poliedricità e eterogeneità.
Ricordiamo diversi suoi corti, come: “La cravatta” del 1957 e “Teatro sin fin” del 1965; particolarmente ricordato anche il docufilm del 2019 “Psicomagia – Un’arte che guarisce“.
Condividilo:

La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l'orgoglio. La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione Blaise Pascal

Blaise Pascal: “La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l’orgoglio. La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione”.

La conoscenza di Dio, senza la conoscenza della propria miseria genera l’orgoglio.

La conoscenza della propria miseria, senza la conoscenza di Dio, genera la disperazione

Blaise Pascal

 

Blaise Pascal nasce nel 1623, a Clermont-Ferrand, e muore nel 1662, a Parigi.

Blaise è stato un grande matematico e fisico, oltre che filosofo francese.

Alla giovane età di 16 anni scrive  un trattato di geometria proiettiva, e dal 1654 lavora con Pierre de Fermat sulla teoria della probabilità.

Ma, nello stesso anno, abbandona sia la matematica che la fisica, per dedicarsi ad esperienze religiose e filosofiche.

Muore 2 mesi dopo aver compiuto 39 anni, dopo un lungo periodo di malattia.

Condividilo:

È assai più bello sapere un po' di tutto, che saper tutto di una cosa Blaise Pascal

Blaise Pascal: “È assai più bello sapere un po’ di tutto, che saper tutto di una cosa”.

È assai più bello sapere un po’ di tutto,

che saper tutto di una cosa

Blaise Pascal

 

Blaise Pascal nasce a Clermont-Ferrand, il 19 giugno del 1623, e muore a Parigi, il 19 agosto del 1662; egli è stato un grande filosofo, teologo, fisico e matematico francese.

I primi campi in cui si applica sono: scienze applicate e quelle naturali; si impegnò, sin da subito, nella progettazione di calcolatori meccanici e allo studio dei fluidi.

Ricordiamo, poi, i suoi successivi studi sui concetti di vuoto e pressione, oltre che i noti scritti sul metodo scientifico.

Condividilo:

"Vera libertà è potere tutto in se stessi". Michel de Montaigne

Michel de Montaigne: “Vera libertà è potere tutto in se stessi”.

“Vera libertà è potere tutto in se stessi”.

Michel de Montaigne

 

Michel de Montaigne nasce in Francia il 28 febbraio 1533 e muore il 13 settembre 1592; egli è stato un filosofo, scrittore e aforista francese.

Nella sua vita fu molto importante l’amicizia che strinse con Etienne de la Boetié, suo collega in parlamento e che lo influenzò con il suo pensiero intriso di stoicismo.

La morte prematura di La Boetié lasciò un vuoto incolmabile in Montaigne.

Condividilo:

La grandezza dell'uomo sta in questo: che ha coscienza della propria miseria. Blaise Pascal

Blaise Pascal: “La grandezza dell’uomo sta in questo: che ha coscienza della propria miseria”.

La grandezza dell’uomo sta in questo:

che ha coscienza della propria miseria.

Blaise Pascal

 

Blaise Pascal nasce a Clermont-Ferrand, nel 1623, e muore a Parigi, nel 1662.

Blaise viene oggi ricordato come grande teologo, filosofo, , fisico e matematico francese.

In realtà, il suo è stato un vero e proprio percorso: partendo dall’interesse per la matematica e la fisica, sino al passaggio per l’estremo interesse verso teologia e filosofia, abbandonando, poi completamente, gli studi e le teorie studiate sino a quel momento.

Condividilo:

Vincere non è sorpassare gli altri ma superare se stessi.

Vincere non è sorpassare gli altri ma superare se stessi.

Vincere non è sorpassare gli altri ma superare se stessi.

La motivazione è  ciò che deve alimentare il tutto: spingersi sempre oltre!

Non bisogna arrendersi, mai mollare e dare sempre il massimo per noi stessi e non per superare o sentirsi meglio di qualcun altro.

Bisogna lasciare e abbandonare la nostra zona di confort, al fine di trovare la felicità, ovvero stare bene con noi stessi: fisicamente e mentalmente.

Non ci sono gare con altri, ma solo dentro di noi!

Condividilo:

Io senza calcio non sto bene. Fosse per me arriverei a morire in tuta, a novant'anni, all'aria aperta, a insegnare pallone a qualche ragazzo che avesse ancora voglia di starmi a sentire. Zdenek Zeman

Zdenek Zeman: “Io senza calcio non sto bene. Fosse per me morirei in tuta, a novant’anni, all’aria aperta, a insegnare pallone a qualche ragazzo che avesse ancora voglia di starmi a sentire”.

Io senza calcio non sto bene.
Fosse per me arriverei a morire in tuta, a novant’anni, all’aria aperta, a insegnare pallone a qualche ragazzo che avesse ancora voglia di starmi a sentire.
Zdenek Zeman

 

Zdenek Zeman è nato a Praga, il 12 maggio del 1947, ed è un allenatore di calcio ceco, ma con la cittadinanza italiana.

Gli esordi in Italia lo inquadrano in squadre siciliane dilettantistiche, quali: cinisi, bacigalupo su segnalazione di Marcello Dell’Utri, carini, misilmeri ed esakalsa.

Prende il patentino di allenatore professionista nel 1979, a Coverciano.

Grazie, poi, allo zio, diventa allenatore delle giovanili del Palermo, sino al 1983, per Giovanissimi e Primavera.

Condividilo:

Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno. Ma quello che accadrà in tutti i giorni che verranno può dipendere da quello che farai tu oggi. Ernest Hemingway

Ernest Hemingway: “Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno. Ma quello che accadrà in tutti i giorni che verranno può dipendere da quello che farai tu oggi”.

Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno.
Ma quello che accadrà in tutti i giorni che verranno può dipendere da quello che farai tu oggi.
Ernest Hemingway

 

Ernest Miller Hemingway nasce a Oak Park, il 21 luglio del 1899, e muore a Ketchum, il 2 luglio del 1961; egli è stato un grande scrittore, oltre che giornalista americano.

Dal soprannome Papa, fa parte degli espatriati americani di Parigi negli Anni Venti, chiamati anche “La Generazione perduta“.

Ricordiamo poi la sua fama già nel Novecento, oltre che la sua turbolenta vita sociale.

Nel 1953 riceve il Premio Pulitzer, per “Il vecchio e il mare“, e nel 1954 il Premio Nobel per la Letteratura.

Condividilo:

Una volta aver provato l’ebrezza del volo, quando sarai di nuovo coi piedi per terra, continuerai a guardare il cielo. Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci: “Una volta aver provato l’ebrezza del volo, quando sarai di nuovo coi piedi per terra, continuerai a guardare il cielo”.

Una volta aver provato l’ebrezza del volo, quando sarai di nuovo coi piedi per terra, continuerai a guardare il cielo.
Leonardo da Vinci

 

Leonardo di ser Piero da Vinci è nato ad Anchiano, il 15 aprile del 1452, ed è morto ad Amboise, il 2 maggio del 1519.

Egli è stato un grande inventore, nonchè scienziato e artista italiano.

Vissuto nel pieno Rinascimento, è ad oggi considerato uno degli uomini più rivoluzionari e di maggior ingegno dei suoi tempi, in settori completamente eterogenei tra loro, quali:

  • filosofia;
  • scienza;
  • architettura;
  • pittura e scultura;
  • disegno;
  • anatomia;
  • botanica;
  • musica;
  • ingegneria e progettistica;
Condividilo:

L'egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell'esigere che gli altri vivano come pare a noi. Oscar Wilde

Oscar Wilde: “L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi”.

L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
Oscar Wilde

 

Oscar Wilde è nato nel 1854, a Dublino, e morto nel 1900, a Parigi; egli è stato un noto giornalista, saggista, poeta, scrittore e drammaturgo inglese, facente parte dell’estetismo e del decadentismo dell’età vittoriana.

Oscar Wilde è noto per i suoi aforismi e paradossi, oltre che per la raffinatezza e l’inclinazione spiccata al bon mot, ovvero alla battuta sempre pronta e di spirito.

Ma anche importanti sono i suoi testi teatrali, ad oggi considerati baluardo del teatro dell’Ottocento.

Condividilo:

Chi è un cinico? Un uomo che conosce il prezzo di ogni cosa e il valore di nessuna. Oscar Wilde

Oscar Wilde: “Chi è un cinico? Un uomo che conosce il prezzo di ogni cosa e il valore di nessuna”.

Chi è un cinico? Un uomo che conosce il prezzo di ogni cosa e il valore di nessuna.
Oscar Wilde

 

Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde, comunemente conosciuto come Oscar Wilde, è nato a Dublino, il 16 ottobre del 1854, e morto a Parigi, il 30 novembre del 1900.

Oscar Wilde è stato un importante scrittore, poeta, drammaturgo e aforista inglese, nel pieno dell’età vittoriana.

Wilde viene ricordato, ancora oggi, come importante esponente del decadentismo e dell’estetismo brittanico.

Condividilo:

Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile. Anonimo

Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile

Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile.
Anonimo

Il lavoro di squadra è sempre stato, sin dai tempi della scuola, un ottimo metodo per raggiugere obiettivi comuni in maniera più veloce e soprattutto migliore.

Questo perchè, lavorando in gruppo, si può godere di abilità, conoscenze e competenze maggiori, piuttosto che quando si è da soli.

Ognuno si esprime al meglio, aiutando se stesso e gli altri.

Condividilo:

Il dizionario è l'unico posto dove successo viene prima di sudore. Vince Lombardi

Vince Lombardi: “Il dizionario è l’unico posto dove successo viene prima di sudore”.

Il dizionario è l’unico posto dove successo viene prima di sudore.
Vince Lombardi

 

Vincent Thomas Lombardi, detto Vince, è nato a New York, l’11 giugno del 1913, ed  morto a Washington, il 3 settembre del 1970; egli è stato un noto allenatore di football americano.

Negli anni Sessanta ha vinto, allenando i Green Bay Packers, della National Football League, 5 campionati e 2 Super Bowl consecutivi, nel 1966 e nel 1967.

Nel 1971 lo ritroviamo nella Pro Football Hall of Fame.

Inoltre ricordiamo che il primo stadio di football americano europeo prese il suo nome.

Condividilo:

Il primo passo non ti porterà dove vuoi andare, ma ti porta via da dove sei. Alejandro Jodorowsky

Alejandro Jodorowsky: “Il primo passo non ti porterà dove vuoi andare, ma ti porta via da dove sei”.

Il primo passo non ti porterà dove vuoi andare, ma ti porta via da dove sei.
Alejandro Jodorowsky

 

Alejandro Jodorowsky Prullansky è nato a Tocopilla, una località costiera del Cile del Nord, nel 1929.

Alejandro è un grande scrittore, fumettista, nonchè drammaturgo, poeta e regista teatrale, cileno ma naturalizzato francese.

Nel 1953, a Parigi, fonda il movimento teatrale Panico, assieme a Fernando Arrabal e Roland Topor.

Prima allievo, poi collaboratore di Marcel Marceau, Alejandro ha scritto per lui diverse opere, quali:

  • Il fabbricante di maschere;
  • La Gabbia;
  • Il divoratore di cuori;
  • La sciabola del samurai;
  • Bip venditore di ceramica;
Condividilo:

Colui che rinuncia alla sua libertà per la sicurezza non merita nessuna delle due. Thomas Jefferson

Thomas Jefferson: “Colui che rinuncia alla sua libertà per la sicurezza non merita nessuna delle due”.

Colui che rinuncia alla sua libertà per la sicurezza non merita nessuna delle due.
Thomas Jefferson

 

Thomas Jefferson è nato a Shadwell, il 13 aprile del 1743, e morto a Chsrlottesville, il 4 luglio del 1826.

Egli è stato un politico, architetto e scienziato americano, nonchè il 3° presidente degli Stati Uniti d’America e uno dei padri fondatori della nazione stessa.

Il volto di Jefferson si trova scolpito sul monte Rushmore, proprio vicino a quelli di: Washington, Lincoln e Roosevelt.

Il suo Stato fu liberale e laico; egli sostenne egualitarimo formale e legale per tutti, ma non si mise mai in discussione per quanto riguarda la schiavitù.

Condividilo:

Gli italiani ti perdonano tutto, tranne il successo. Enzo Ferrari

Enzo Ferrari: “Gli italiani ti perdonano tutto, tranne il successo”.

Gli italiani ti perdonano tutto, tranne il successo.

Enzo Ferrari

Enzo Ferrari, nato nel 1898 e morto nel 1988, grande imprenditore e pilota automobilistico, oltre che inventore dell’omonima casa automobilistica, ricevette molti titoli, ma quello di cui andava più fiero era “ingegnere meccanico“, conferitogli ad honorem nel 1960, dall’Università di Bologna.

Nel 1988, poi, ricevette la laurea honoris causa in Fisica dall’Università di Modena e Reggio Emilia.

 

Condividilo:

I motori sono come le donne, bisogna saperli toccare nelle parti più sensibili. Enzo Ferrari

Enzo Ferrari: “I motori sono come le donne, bisogna saperli toccare nelle parti più sensibili”

I motori sono come le donne, bisogna saperli toccare nelle parti più sensibili.

Enzo Ferrari

 

Enzo Ferrari nasce a Modena, il 20 febbraio del 1898 e muore nella stessa città, il 14 agosto del 1988.

Grande imprenditore italiano, inventore dell’omonima casa d’automobili che ha vinto ben 9 campionati del mondo in Formula 1, quando ancora era in vita, con la sezione sportiva La Scuderia Ferrari, e poi 8 campionati del mondo costruttori.

 

 

Condividilo:

Date a un bambino un foglio di carta, dei colori e chiedetegli di disegnare un'automobile: sicuramente la farà rossa. Enzo Ferrari

Enzo Ferrari: “Date a un bambino un foglio di carta, dei colori e chiedetegli di disegnare un’automobile: sicuramente la farà rossa”

Date a un bambino un foglio di carta, dei colori e chiedetegli di disegnare un’automobile: sicuramente la farà rossa.

Enzo Ferrari

Enzo Anselmo Giuseppe Maria Ferrari, è nato a Modena, il 20 febbraio del 1898,  e morto a Modena, il 14 agosto del 1988.

Egli è stato un grande imprenditore, pilota automobilistico e dirigente sportivo italiano.

Ferrari ha fondato l’omonima casa automobilistica, che conquistò in Formula 1, 9 campionati del mondo piloti e 8 campionato del mondo costruttori.

Condividilo:

"La vita è come un eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii". James Joyce

James Joyce: “La vita è come un eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii”.

“La vita è come un eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii”.

James Joyce

James Joyce nasce in Irlanda il 2 febbraio del 1882 e muore in Svizzera nel 1941; egli è stato uno scrittore, poeta, drammaturgo irlandese.

La caratteristica anticonformista e la critica verso la società irlandese e la Chiesa cattolica sono elementi molto presenti nelle sue opere.

Per la sua sperimentazione linguistica, Joyce è ritenuto uno dei migliori scrittori del XX secolo, nonostante la sua produzione letteraria non sia molto vasta.

Condividilo:

"Ho capito che amare significa ringraziare l'altro di esistere". Aleandro Jodorowsky

Aleandro Jodorowsky: “Ho capito che amare significa ringraziare l’altro di esistere”.

“Ho capito che amare significa ringraziare l’altro di esistere”.

Aleandro Jodorowsky

Aleandro Jodorowsky è nato a Tocopilla, il 17 febbraio 1929; egli è uno scrittore, fumettista, saggista, regista, attore teatrale, studioso dei tarocchi, poeta cileno naturalizzato francese.

Jodorowsky ha pubblicato parecchi libri che tengono sempre conto del suo carattere poliedrico; in tutti queste opere ci viene esplorato il rapporto esoterico che lega l’uomo alla divinità.

Condividilo: