crisantemoIl 1º novembre (chiamata anche Ognissanti, perché arriva dal latino Festum Omnium Sanctorum) è una bellissima festa che ci permette di invocare tutti i santi e martiri del Paradiso. Questo vuol dire esattamente che anche se nel calendario non è presente il tuo nome, con questa ricorrenza cristiana potrai festeggiarlo.

Essa è una festa di precetto nel rito cattolico: Papa Gregorio III (731-741) prese il 1º novembre come riferimento per l’anniversario della consacrazione di una cappella a San Pietro e la dedicò “alle reliquie” dei santi apostoli e di tutti i santi, martiri e confessori, e di tutti i giusti resi perfetti che riposano in pace in tutto il mondo”. E infatti il 1º novembre dell’835 Ognissanti fu decretata “festa di precetto” (comprendeva anticamente anche una veglia) dal re franco Luigi il Pio.

Il 1º novembre riunisce dunque e nacque in origine come una commemorazioni dei martiri comuni a diverse Chiese: le varie celebrazioni si datano indietro fino al IV secolo.

Ma perché proprio il 1º novembre? Come spesso succede, molte feste cristiano-cattoliche coprono antiche feste pagane e le inglobano, cambiandone il senso originario.

La data di celebrazione di Ognissanti fu infatti spostata grazie ad una richiesta del mondo cattolico irlandese, in modo da sovrapporsi e successivamente scalzare il Samhain (“fine dell’estate”), ossia l’antica festa celtica del nuovo anno.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+


Sottopagine:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>