Primo Maggio

Se oggi per moltissimi il 1° maggio vuol dire anche scendere in Piazza San Giovanni a Roma oppure in qualunque altra piazza italiana e saltare e divertirsi a suon di musica, le origini di questa festività civile che ricorda e celebra il giorno dei lavoratori, partono da molto lontano.

Il 1° maggio nasce infatti il 20 luglio 1889 a Parigi, durante il congresso della Seconda Internazionale, come data in cui scendere in piazza in tutte le città del mondo per chiedere alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore.

La data di questa protesta civile era simbolica: tre anni prima, il 1 maggio 1886, una grande manifestazione operaia a Chicago era stata soppressa nel sangue.

Il successo del primo maggio 1890 fece fare un salto di qualità per il movimento dei lavoratori anche in Italia, perché costituì la prima, efficace mobilitazione su scala nazionale, connessa ad un’iniziativa di respiro internazionale.

Il momento così esaltante per I lavoratori fu decisivo e si decise di riproporlo l’anno successivo: inizia così la tradizione del Primo Maggio, ovvero la festa dei lavoratori in cui si presenteranno via via moltissime rivendicazioni politiche e sociali, in Italia come nel mondo.

Una lunga tradizione di festa e lotta, dunque, che accompagna la celebrazione del Primo Maggio nella sua evoluzione secolare e a cui si potrà partecipare anche quest’anno.

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+


Sottopagine:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>