"Fare l’amore con la mente di una donna è un vizio da raffinati intenditori, gli altri si accontentano del corpo”

Charles Bukoswki: “Fare l’amore (scopare) con la mente di una donna è un vizio da raffinati intenditori, gli altri si accontentano del corpo”

“Fare l’amore con la mente di una donna è un vizio da raffinati intenditori, gli altri si accontentano del corpo”

        (Charles Bukowski)

Charles Bukowski è un noto poeta e scrittore tedesco, associato spesso alla corrente del realismo sporco, per lo stile crudo e particolarmente diretto dei suoi scritti. Non a caso, la stessa citazione si trova spesso in una forma decisamente più cruda, a seconda delle traduzioni :

“Scopare la mente di una donna è un vizio da raffinati intenditori, tutti gli altri si accontentano del corpo”

Bukowski ha sempre condotto un’esistenza  fuori dagli schemi convenzionali, negli ambienti più malfamati degli Stati Uniti, dove la sua famiglia si trasferisce quando ha appena tre anni. Ed è questo tipo di vita, il vizio dell’alcool su cui affoga le sofferenze di una vita triste e sola già durante la giovinezza, oltre che la presenza di un padre particolarmente violento, che influenzano tutto il suo pensiero, oltre che il suo stile di scrittura.

Le tematiche, nel caso di questo aforisma riportato qui sopra, si spostano sulla questione femminile. Bukowski ne parla in tantissimi modi, a volte anche tendenzialmente misogini. Ma non in questo caso; qui, lo scrittore, mette in evidenza l’importanza di entrare nella mente di una donna, prima ancora che dentro il suo corpo.

Condividilo:

Stringerti, come nuvola che fugge > e trattenere sulle lab

Stringerti, come nuvola che fugge
> e trattenere sulle labbra
> il sapore dei tuoi baci
il profumo dei tuoi capezzoli turgidi
che la lingua accarezza per paura di perderli

Averti, come sole che scotta e sentire in bocca
la tua calda pelle
gocciolare tra le dita
le tue umide intimita
che solo io ho sfiorato
 accarezzandoti fino all’orgasmo.

Stringerti per averti
averti per stringerti
e non lasciarti mai,
possederti per entrare dentro te
> e donarti il mio seme bianco
> che la tua bocca avida berrà fino in fondo.

Condividilo:

Io e te, solo io e te, stesi in quel grande prato circondato

Io e te, solo io e te, stesi in quel grande prato circondato da alberi, tu che mi sfiori, accarezzi la pelle e lungo la mia schiena brividi, i brividi che mi fai provare tu ogni volta che mi guardi, sorridi, sfiori.. poi i nostri baci, le nostre labbra che si cercano, i nostri corpi sempre più stretti e vicini, le tue mani su di me, le mie su di te e quella voglia di fare l’amore che mi tormenta.. non resisto.. ti voglio, le tue mani, le tue labbra, il tuo corpo, voglio te.. mi sembra di impazzire.. e finalmente lo facciamo, in modo dolce, passionale, romantico, come mai prima!! poi tu mi stringi tra le tue braccia e mordicchiandomi l’orecchio in quel modo assurdamente eccitante mi dici che mi ami..

Condividilo:

Ti voglio. Così tanto. Ma tu sei così lontano. E’ difficile

Ti voglio. Così tanto. Ma tu sei così lontano. E’ difficile incontrarci, ma io vorrei, farei tutto il possibile per poterti abbracciare, baciare e stringerti forte. Poi fare l’amore e sentire il calore dei corpi, il tuo fiato, il profumo, e godere la bellezza di tutto questo… Mi hai cambiato la vita. Non voglio lasciarti andare, non ti voglio dimenticare – ti voglio rivedere il più presto possibile! Aiutami un pò!

Condividilo: